Progetto n.698 - Lavori di ripristino vasca di accumulo e compenso in Loc. Brufa nel Comune di Torgiano, a servizio impianto irriguo Fiume Chiascio.


INTERVENTI IN PROGETTO

Gli interventi che si andranno a realizzare possono essere suddivisi in due tipologie principali:

1)      lavorazioni interne, riguardanti l’impermeabilizzazione della vasca;

2)      lavorazioni esterne, riguardanti il consolidamento e la stabilità dei versanti.

 Interventi all’interno della vasca

            All’interno della vasca si procederà nell’ordine alle seguenti lavorazioni:

1)      estrazione del materiale presente sul fondo con mezzi idonei, carico, trasporto e scarico a rifiuto dello stesso, o riutilizzo in cantiere se ritenuto idoneo dalla Direzione Lavori;

2)      rimozione completa della guaina impermeabilizzante e successivo carico, trasporto e scarico a rifiuto;

3)      pulizia della superficie interna della vasca per preparazione supporto ai fini delle successive lavorazioni;

4)      posa in opera di membrana impermeabilizzante con bitume polimero elastomerica armata con “tessuto non tessuto” di poliestere da filo continuo;

5)      posa in opera di geotessili non tessuti;

6)      costituzione di massetto in conglomerato cementizio in opera, confezionato a norma di legge con cemento ed inerti a varie pezzature atte ad assicurare un assortimento granulometrico adeguato alla particolare destinazione del getto ed al procedimento di posa in opera del calcestruzzo. Il conglomerato cementizio sarà Rck 250 e servirà a formare una soletta dello spessore di 15 cm che sarà inoltre armata con rete in acciaio elettrosaldata a maglia quadrata 20x20 cm e diametro Ø 10.

 Interventi all’esterno della vasca

All’esterno della vasca si eseguiranno i seguenti lavori:

1)      posa in opera di tubo diametro Ø 200 microforato per l’allontanamento e il drenaggio delle acque;

2)      rinforzo del terreno a maggior pendenza tramite strutture del tipo “Terramesh system”;

3)      ricostituzione del profilo del versante interessato dai fenomeni franosi con consolidamento del terreno di riporto effettuato mediante la realizzazione di adeguate opere di contenimento di tipo elastico. Nello specifico, verranno realizzati dei gradoni tramite la posa in opera di gabbioni del tipo a scatola, della larghezza di m 1,00, della lunghezza di m 2,00 e aventi altezza di m 1,00, realizzati in rete metallica a doppia torsione con maglia esagonale (UNI 8018) tessuta con trafilato di ferro (UNI 3598-UNI 10218) con rivestimento in lega eutettica di zinco-alluminio 5% Cerio-Lantanio, conferma alla ASTM 856 e rivestito in speciale PVC. Saranno eseguiti diversi ordini di gradoni, così da alternare tratti in pendenza con tratti pianeggianti o caratterizzati comunque da debole pendenza: in corrispondenza del limite esterno di ciascun tratto in piano (o debolmente pendente) sarà posta in opera una canalina prefabbricata in conglomerato cementizio armato e vibrato avente sezione trapezioidale, con la funzione di raccolta delle acque;

 

4)      posa in opera, al livello del margine della vasca, di una fondazione stradale dello spessore di 50 cm con sovrastante binder da 10 cm; al bordo esterno della gettata sarà invece realizzato un piccolo cordolo in cls avente la funzione di contenimento, il tutto per ripristinare la strada perimetrale della vasca.

 

Immagini